altPROGETTOalt
PASSAPAROLA

I CENTRI ASCOLTO DELLA LIGURIA IN RETE

LE RISORSE DEL TERRITORIO

Mappatura provinciale volontariato e disabilità

Mappatura provinciale volontariato e sanità

La povertà in Italia
anno 2016

RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

alt

alt

video terremoto marche 2016

alt

Caritas Newsletter

Fondo Emergenza Famiglie

Segnaliamo

alt

 

alt
 

Mappa contenitori vestiti usati


I VOLONTARI DELLA DIOCESI  PER LA PRIMA GIORNATA MONDIALE DEI POVERI
Appuntamento sabato 18 novembre. In sintonia con tutta la Chiesa.
 

alt

Gentile volontaria e gentile volontario, vi invitiamo a partecipare all’appuntamento di sabato prossimo 18 novembre dallo ore 9.00 in Seminario vescovile a Savona con la partecipazione del nostro vescovo mons. Gero, per vivere insieme la prima Giornata mondiale dei poveri proposta da Papa Francesco. Incontro che da ora in avanti diventerà il nostro tradizionale appuntamento di novembre sentendoci in sintonia con tutta la Chiesa e con tutti gli uomini e le donne che lottano per un mondo più giusto. Ci confronteremo con la frase di Giovanni: “Non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità» (1 Gv 3,18). A fine mattinata siete invitati al pranzo offerto dalla Caritas. Occorre dare conferma al proprio responsabile di servizio per partecipare al pranzo.

Le parole di Papa Francesco:

     “Ho voluto offrire alla Chiesa la Giornata mondiale dei Poveri, perché in tutto il mondo le comunità cristiane diventino sempre più segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi. …. La povertà non è un’entità astratta, ma ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro. ...

     La povertà è anche un atteggiamento del cuore che impedisce di pensare al denaro, alla carriera, al lusso come obiettivo di vita e condizione per la felicità. È la povertà che crea le condizioni per assumere liberamente le responsabilità personali e sociali, nonostante i propri limiti, confidando nella vicinanza di Dio e sostenuti dalla sua grazia”.