altPROGETTOalt
PASSAPAROLA

I CENTRI ASCOLTO DELLA LIGURIA IN RETE

LE RISORSE DEL TERRITORIO

Mappatura provinciale volontariato e disabilità

Mappatura provinciale volontariato e sanità

La povertà in Italia
anno 2016

RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

alt

alt

video terremoto marche 2016

alt

Fondo Emergenza Famiglie

Segnaliamo

alt

 

alt
 

Mappa contenitori vestiti usati


RIPRESA PROGETTI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Il 16 aprile sono ripartiti i progetti SCU sospesi per emergenza sanitaria

alt

Il 16 aprile sono stati riattivati i due progetti di Servizio civile universale della Caritas diocesana “A passo d’uomo”, che interessa l’area della grave marginalità, e “Per una società umanizzante”, riguardante l’accoglienza e il supporto agli stranieri, che durante il periodo di emergenza Covid-19 erano stati momentaneamente sospesi – in ottemperanza a una circolare del Dipartimento delle politiche giovanili e del servizio civile universale.

La ripartenza prevede una rimodulazione dei progetti stessi anche per poterne attuare lo svolgimento a seguito del cambiamento dei servizi per problematiche sanitarie. Tutti i sette giovani coinvolti sono quindi tornati ai loro progetti, in condizione di sicurezza, facendo fronte anche alle nuove situazioni e azioni collegate al Coronavirus: i giovani operano tutti i giorni per venire incontro ai bisogni delle persone che si presentano ai servizi Caritas.

Dall’inizio dell’emergenza, la maggior parte dei ragazzi ha dato il consenso e la disponibilità ad aiutare gli operatori, la sospensione dei progetti non ha di fatto impedito che i giovani potessero scegliere se continuare a collaborare nei servizi che maggiormente (e da subito) sono stati interpellati per l’assistenza alle persone in difficoltà. La loro disponibilità è stata data consapevolmente e indipendentemente dal pericolo di contagio, per offrire il proprio servizio dando segno di maturità e coinvolgimento. Il servizio che hanno svolto è stato fatto – e continua a essere fatto – con le precauzioni tecniche e mediche che Caritas ha adottato per tutte le sue realtà. I luoghi dove i giovani rientrano a fare servizio sono: il centro ascolto diocesano, la mensa, l’emporio, le docce, la Casa della Mondialità, lo Sprar e l’accoglienza straordinaria per senza dimora (aperta per l’emergenza nei locali del Seminario).

Con questa riapertura il servizio viene svolto a tutto tondo, su tutti i giorni della settimana in base a turnazioni, grazie alla disponibilità dei ragazzi e delle ragazze coinvolti che in questo momento così difficile hanno deciso di giocarsi nei servizi a vantaggio delle persone.