RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

Scarica la Newsletter in pdf

alt

alt

alt

video terremoto marche 2016

alt

GIBUTI EMERGENZA CICLONE SAGAR

Anche la Caritas diocesana colpita. Elena Baglietto ci scrive.
 

alt

Dal 19 al 20 maggio 2018 il ciclone Sagar si è abbattuto sulla Repubblica di Gibuti causando pesanti inondazioni e colpendo in particolare la capitale Gibuti e il vicino quartiere di Balbala. La Diocesi di Savona tramite la Caritas Diocesana, ha inviato € 2.000 a Caritas Italiana. Elena Baglietto, giovane varazzina in servizio civile nazionale con Caritas Italiana presente sul posto, contattata da noi ci ha inviato alcune righe: “Ciao a tutti. Io sto bene. Esclusa la tanta paura nella notte e un po' d'acqua da tirare via dal giardino e dalla camera, ora siamo nella fase in cui dobbiamo ritrovare una normalità. I danni ci sono stati nei quartieri più poveri dove acqua e fogna sono entrati nelle case e per mancanza di pompe c'è stata molto tempo. Anche in Caritas l'acqua se ne è andata dopo quattro giorni solamente grazie all'evaporazione portata dal sole e dalla bassa marea che ha permesso al terreno di assorbire maggior quantità di acqua. Continuate a pensarmi, a pensarci, perchè in alcune occasioni sentire vicino le persone da casa aiuta ad affrontare alcune difficoltà.

 

Ad oggi contiamo più di 50.000 persone danneggiate. Ogni giorno le vittime ci chiedono un aiuto, in particolare chiedono un aiuto per la ricostruzione della case, un aiuto alimentare e il materiale di igiene. Caritas Djibouti ha deciso di lanciare un appello di emergenza attraverso Caritas Internationalis al fine di donare un aiuto alle vittime più povere, più abbandonate e più isolate. Contiamo di riuscire a fornire dei pacchi contenenti materiali di igiene e viveri a circa 5.000 persone, includendo in questo modo più di 1.000 nuclei familiari. Conosciamo le vittime del ciclone, poiché sono già beneficiarie dei nostri programmi, sono persone che già prima dell’arrivo del ciclone erano considerate vulnerabili, e che dopo questa catastrofe si trovano in una situazione di bisogno urgente. Questa è la ragione per la quale oggi vi contattiamo, per sapere in quale misura potreste “aiutarci ad aiutare” queste persone. I bisogni sono urgenti. Non importa la somma del vostro contributo, ogni gesto sarà prezioso”.

Chi volesse partecipare alla raccolta di denaro di Caritas Italiana destinata alle vittime del ciclone, può trovare qui sotto gli estremi bancari con la causale “Gibuti-Emergenza ciclone”.

È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 – 00165 Roma) utilizzando:

– conto corrente postale n. 347013

– donazione on-line www.caritas.it – bonifico bancario: • Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma

–Iban: IT24C0501803200000013331111 • Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma

– Iban: IT06A0335901600100000012474 • Banco Posta, viale Europa 175, Roma

– Iban: IT91P0760103200000000347013 • UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT88U0200805206000011063119