RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

Scarica la Newsletter in pdf

alt

alt

alt

video terremoto marche 2016

alt

CARITAS: LA PARROCCHIA SAN PAOLO SI RACCONTA

Testimonianza dell'importante lavoro dei volontari Caritas sul territorio
 

alt

Condividiamo l’esperienza del Centro Ascolto che opera nella parrocchia di san Paolo, testimonianza che rappresenta l’importante lavoro svolto dai volontari della Caritas sul territorio.

Il Centro d'ascolto parrocchiale è aperto il giovedì dalle 9 alle 12, vi operano quattro volontari accogliendo le persone che si rivolgono al servizio in cerca di aiuto o di ascolto. Durante i colloqui, che durano circa mezz'ora e si ripetono ogni 2 o 3 mesi circa su appuntamento, viene compilata una scheda online su Ospoweb, il sito gestionale Caritas, in cui si individuano i bisogni specifici per le persone e per i nuclei famigliari che si rivolgono al centro d'ascolto. I bisogni rilevati possono spaziare dalla mancanza di una casa, alla ricerca di un lavoro, a un sussidio economico o a un aiuto concreto verso la famiglia, di tipo alimentare o in indumenti per gli adulti e i bambini.

Gli utenti che si rivolgono al Centro d'ascolto sono italiani e stranieri, senza fissa dimora o residenti sul territorio. In caso di necessità relative al lavoro, alla casa o a sussidi economici al canone dell'affitto, al pagamento di utenze domestiche o all'acquisto di medicinali, gli utenti vengono informati in merito alle iniziative e alle strutture presenti sul territorio, ed indirizzati es. ai servizi sociali o alla Caritas Diocesana.

Nel caso di necessità concrete di aiuto, è attivo un servizio parrocchiale per la distribuzione di alimenti e di indumenti per adulti e bambini. Sulla base infatti delle dichiarazioni isee e della valutazione dello stato di necessità del nucleo familiare, viene prenotato tramite il CdA il servizio di distribuzione degli alimenti, attivo il martedì mattina dalle 9,30 alle 11,30, a cui le famiglie o i singoli possono rivolgersi a cadenza quindicinale per avere un paniere di prodotti pensati per dare un pasto per 15 giorni. Il paniere viene preparato dai volontari del centro di distribuzione sulla base del numero dei presenti nel nucleo familiare e della loro età, a differenza degli anni precedenti, nei quali il pacco alimentare era dato uguale per tutte le realtà familiari richiedenti.

Attraverso il gestionale Ospoweb, infatti, è possibile per il centro di distribuzione accedere all'elenco delle persone che andranno a ritirare i viveri nel corso della mattinata e preparare un paniere personalizzato per ogni nucleo familiare. Ogni nucleo ha una tessera rilasciata dal Centro d'ascolto sulla quale è inserito un codice a barre. Attraverso il lettore di codice a barre in dotazione al centro di distribuzione, i volontari associano ad ogni nucleo familiare la tipologia e il quantitativo di prodotti distribuiti (riso, pasta, olio, latte, biscotti, zucchero, scatolame..) in modo che vengano scaricate correttamente le scorte dal magazzino dei prodotti Agea.

Questo tipo di servizio personalizzato è stato pensato per agevolare le diverse realtà familiari, quali ad esempio la presenza di uno o più bambini in famiglia, e verrà adottato in via sperimentale per tutto l’anno. Durante la stessa mattinata del martedì, sempre dalle 9,30 alle 11,30, è attivo il servizio di distribuzione degli indumenti per gli adulti. I nuclei familiari che usufruiscono del servizio di distribuzione degli alimenti, infatti, possono usufruire anche della distribuzione degli indumenti, così come le persone senza fissa dimora che usufruiscono del servizio mensa della Caritas diocesana. Nel pomeriggio del giovedì invece, dalle 15,30 alle 17, è possibile per le famiglie con bambini accedere al servizio di distribuzione di articoli per l'infanzia, dove i nuclei seguiti dal centro di ascolto possono ritirare indumenti, giocattoli e attrezzature per l'infanzia. Gli articoli per l'infanzia, il cibo e gli indumenti per gli adulti vengono ritirati presso gli uffici parrocchiali, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, da tutti coloro che intendano donarli.