Resp. Osservatorio delle Povertà e delle Risorse

Alessandro Barabino
tel:019/853115
Fax: 019/8160002
JLIB_HTML_CLOAKING

La povertà in Italia
anno 2016

RAPPORTO 2017
sulla povertà

CARITAS ITALIANA

RAPPORTO 

IMMIGRAZIONE

alt

alt

4° CENSIMENTO SERVIZI ECCLESIALI
I DATI DELLA NOSTRA DIOCESI

La mappatura dei servizi
I servizi degli enti

RAPPORTO POVERTA' 2016
La crisi economica sembra aver superato il peggio, ma la situazione resta critica
 

alt

L'attuale situazione socio-economica ci proietta verso orizzonti di complessità, rispetto ai quali ci si sente piccoli e nello stesso tempo le nuove tecnologie, ci illudono di essere capaci di reggere alle difficoltà che incontriamo. Abbiamo la percezione di sentici aggrovigliati in un intreccio di tanti fattori come, la deindustrilizzazione, la crisi dell'identità europea (se mai ne sia esistita una), le guerre in medio oriente e in Africa, il terrorismo, la povertà dei territori sub-sahariani, la scarsità di risorse energetiche, la disoccupazione, di fronte ai quali ci si sente piccoli e inadeguati. Abbiamo bisogno di umanizzare questa complessità e mettere al centro dell'obiettivo semplicemente le donne e gli uomini che incontriamo sul nostro cammino.

Questo percorso di incontro lo si è cercao di realizzare nei nostri Centri di Ascolto attraverso l'impegno degli operatori e volontari che nel 2015 hanno incontrato 2.166 persone si siano rivolte ai nostri CDA per cercare una soluzione ai loro problemi. Il 60% sono stanieri e il 54% sono uomini. Stiamo assistendo alla diminuzione delle cittadinanze ucraina e ecuadoriana, mentre aumentano le cittadinanze dei paesi più poveri e/o in guerra dell'Africa. Ovviamente non tutti hanno trovato la risposta che si aspettavano ma con tanti è iniziato un percorso di accompagnamento. Le attività principali hanno riguardato il sostegno alimentare con oltre 21.000 pasti caldi, quasi 7.000 pacchi viveri. Nel 2015 è stato aperto l'Emporio Solidale che negli ultimi due mesi dell'anno ha permesso di fare la spesa 800 volte a 164 nuclei familiari. E' stato possibile ospitare oltre 100 persone per circa 7000 notti. E il nuovo servizio docce aperto nella parrocchia della Santissima Trinità alla Chiavella ha permesso 247 docce a 47 persone. Infine fornito oltre 30.000 capi di abbigliamento.

Scarica il rapporto